zoom

Museo di Pretestato, Roma

Il museo  ha sede a Roma, in via Appia Pigna­telli, nel cuore del Parco dell’Appia Antica. Si tratta di un edi­fi­cio costruito negli anni ’50 nel quale è rac­colta un’importante col­le­zione archeo­lo­gica in buona parte deri­vante dall’area sto­rica sulla quale sorge il museo. All’interno dell’edificio si trova, infatti, l’ingresso ad una delle cata­combe cri­stiane più impor­tanti e meglio con­ser­vate della zona. Il pro­getto ese­guito, tenendo conto  di tutti i reperti archeo­lo­gici esi­stenti ‚  ha pre­sen­tato una grande coper­tura in vetro del chio­stro cen­trale deter­mi­nando così l’allargamento di tutta l’area espo­si­tiva. La nuova pavi­men­ta­zione dise­gnata ha il com­pito di uni­for­mare la super­fi­cie dei por­tici interni con lo spa­zio cen­trale del museo. I reperti in mostra, pre­ce­den­te­mente “fis­sati” nelle pareti peri­me­trali del por­tico, ver­ranno inse­riti in un pan­nello metal­lico colo­rato che avrà la fun­zione di “cor­nice” ai reperti stessi ed il com­pito di faci­li­tare ‚attra­verso dida­sca­lie oppor­tu­na­mente col­lo­cate, la let­tura sto­rica degli oggetti espo­sti. Par­ti­co­lare atten­zione è stata riser­vata alle luci arti­fi­ciali che avranno il com­pito di evi­den­ziare le parti archeo­lo­gi­che del per­corso espo­si­tivo. La grande vetrata cen­trale potrà essere oscu­rata o fil­trata attra­verso un sistema di tende oriz­zon­tali poste al di sopra della coper­tura e coman­date elettricamente.

Pro­get­ta­zione: Luca Ber­retta                                                                     (con Luigi Caruso e Kaba­lan Dahdah)
Com­mit­tente: Com­mis­sione Pon­ti­fi­cia di Archeo­lo­gia Sacra
Dati dimen­sio­nali: cuba­tura                   mc.  500
super­fi­cie area        mq.6000
Col­la­bo­ra­tori: Arch. Leti­zia Ran­ghi                                                      Arch.Tamara Tan­corre
Stu­dio Asso­ciato DGI+B (renders)

3d defi­ni­tivo pretestato.doc